Lyrical Pole Dance

Lyrical Pole: ingredienti e preparazione alla prima lezione

Lyrical Pole è uno “smoothie” di diverse discipline.

Una nuova forma di espressione che unisce il ballo, i tricks di pole dance e alcune movenze di exotic: ecco cos’è Lyrical Pole.

Tra poco ci sarà la lezione di prova del mio corso di Lyrical Pole Choreography nella palestra dove mi alleno a Verona.

Se dovessi paragonare Lyrical Pole a una buona ricetta culinaria, direi che i tricks di pole dance sono gli ingredienti freschi di base, che possono essere anche delle cose molto semplici come le zucchine (un bel Pole Sit o un Front Hook Spin) oppure più ricercati come un’aragosta (un Iron X o una Russian Split); i passi di danza sono la preparazione, la lavorazione e la cottura (una punta non tesa corrisponderebbe a una pasta scotta); i movimenti di Exotic sono i condimenti e le spezie (mettete un po’ di curry e vedete come cambia il profumo della ricetta); la coreografia è l’impiattamento e la presentazione (e chiedete a Cracco quanto sia importante!).

Esattamente come per imparare a cucinare, nella danza ci vuole tanto esercizio e sperimentazione e bisogna progredire nella difficoltà degli esercizi in maniera graduale. Non ci sogneremmo mai di chiedere uno stracotto al barolo a una persona che non ha nemmeno mai preparato un uovo in tegamino, giusto?

La lezione di Lyrical che ho ideato prende spunto dalle varie discipline che ho citato e ha lo scopo di:

  • farci divertire;
  • farci emozionare perché ballare in gruppo crea sempre sempre una sinergia tra le persone;
  • farci diventare un po’ più brave nella tecnica concentrandoci sui movimenti che facciamo negli esercizi;
  • farci rilassare perché eseguiremo sempre tutti gli esercizi accompagnate dalla musica e ci lasceremo trasportare dal ritmo.

Il riscaldamento:

La parte iniziale si svolgerà più o meno come durante una lezione di danza modern-jazz o contemporanea. Ci sarà quindi una piccola coreografia che, con gesti sempre più ampi, ci permetterà di scaldare le varie parti del corpo interessate dai movimenti che poi andremo a studiare durante la parte ballata. Qualcosa sarà ispirato:

  • alla danza classica, perché eseguiremo alcuni degli esercizi di routine come i “pliés” e i “tendu” per iniziare a capire come dobbiamo tenere le ginocchia e i piedi;
  • al fitness, con esercizi mirati a rafforzare braccia e addominali;
  • all’exotic pole, perché proveremo capriole, verticali e movimenti di floorwork che non si studiano a pole gym.

Ho ritenuto opportuno creare un training che mixasse tecnica, rafforzamento e allungamento, ispirandomi a diverse discipline. Gradualmente introdurremo movimenti nuovi per capire come coordinare le diverse parti del corpo: testa, braccia, gambe e schiena. lyrical pole dancing

Per comprendere in maniera intuitiva come dovrebbe essere la postura corretta mentre danziamo, eseguiremo anche alcuni semplici esercizi di “sbarra a terra”, un metodo utilizzato da molti ballerini.

Infine, prima di immergerci nella coreografia, ci cimenteremo nelle capriole a terra, con e senza palo.

Allora, tutte pronte per provare?

 

 

 

Comments

comments

pole dance double

Pole dance double: emozione e gioco di squadra

La Pole Dance è generalmente praticata come sport individuale ma il double offre la possibilità di provare emozioni diverse. L'affiatamento e la complicità con il partner nel double è una sensazione che è difficile descrivere a parole. La Pole...

insegnare-pole-dance

Insegnare Pole dance: passione ed emozione

Da qualche settimana ho iniziato a insegnare Pole Dance. Oggi vi racconto in prima persona la mia esperienza e il vortice di emozioni che dà l'insegnare Pole Dance. Chi ha letto un po' il mio Cv sportivo sa che per me non era la prima esperienza ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *