Ho vinto una medaglia all’Italian Pole Dance Contest

Medaglia seconda classificata categoria base Italian Pole Dance Contest
Medaglia seconda classificata categoria base

L’Italian Pole Dance Contest si svolge ogni anno a Marzo/Aprile a Modena e per la prima volta ho gareggiato anch’io.
La mia insegnante Katia, proprietaria della scuola Pole Art Studio di Verona,  si è data un gran da fare per preparare me e le mie tre compagne per questa competizione.

I nostri allenamenti si sono intensificati fin da Gennaio. Prima facevo una sola lezione a settimana di pole e una di exotic ma da Febbraio ho cominciato a frequentare la palestra quasi tutti i giorni tra esercizi di potenziamento e prove.

Ho scelto di interpretare il Tango del film “Ti va di ballare?” con Banderas. Immaginavo che i due pali fossero due ballerini con i quali mi cimentavo in una danza “muy caliente”!

Italian Pole Dance Contest Patrizia Prencipe
Tango Pole Dance

Il periodo di preparazione della gara è stato emozionante, tanto quanto la competizione in sé. Ho trascorso dei momenti di grande intesa e affiatamento con le mie compagne di avventura e con la mia insegnante. La mia passione per la pole è cresciuta e il mio corpo ha risposto bene ai nuovi e più intensi allenamenti. All’inizio è stata dura: vesciche, bruciature, dolori muscolari erano campanelli d’allarme che mi imponevano di procedere gradualmente. Poi, dopo già solo un paio di settimane, ho notato che le mie braccia diventavano sempre più forti e la mia resistenza migliorava. Mi sentivo un leone!

abbigliamento pole dance
Il vestito che mi sono disegnata per il mio tango

Per il costume di scena ho preparato un bozzetto e ho presentato la mia idea a una sarta specializzata nella confezione di abbigliamento per la danza e per la ginnastica. Per realizzare questo tipo di capi occorrono, oltre che una buona dose di esperienza, macchinari, tessuti e accessori appropriati, altrimenti il risultato è disastroso. Angela lavora da anni in questo settore e l’intesa con lei è stata immediata.

Abbiamo studiato insieme le soluzioni migliori per confezionare body e gonna, facendo diverse prove e trovando, di volta in volta una soluzione personalizzata che mi garantisse libertà di movimento e resa estetica. Per il body abbiamo usato lycra nera e rossa, mentre per la gonna abbiamo aggiunto del pizzo e dello chiffon a strati, costruendo i volumi in maniera asimmetrica, per dare idea di leggerezza e vaporosità, ma allo stesso tempo per essere sicure che i tessuti non intralciassero i miei movimenti.

Ho poi acquistato un paio di calzature da ballo latino americano un negozio specializzato a Verona. La mia esigenza era quella di avere una scarpa con la suola morbida e flessibile per poter tendere bene i piedi e un tacco abbastanza alto per slanciare la figura e conferirmi la sensualità necessaria per l’interpretazione della coreografia. Ho scelto un modello nero, con degli swarovski discreti ma luminosi e 9,5 cm di altezza. In passato ho ballato danze caraibiche e ho sempre utilizzato scarpe con il tacco per esibirmi, ma non sapevo che quelle da tango avessero la suola rigida, a differenza di quelle da salsa che ce l’hanno in bufalo. I proprietari del negozio mi hanno guidata nella scelta, dandomi anche alcuni consigli per la manutenzione.

L’emozione della gara è indescrivibile. L’Italian Pole Dance Contest richiama atleti da tutte le parti del Paese. Le mie compagne mi sono state sempre vicino, mentre mi scaldavo prima di salire sul palco e poi con il loro tifo che mi ha caricata. Durante l’esibizione ho scelto come punto focale le videocamere posizionate dietro al tavolo dei giudici ma verso la fine della coreografia, ho abbassato in po’ lo sguardo per vedere se c’era approvazione nei loro sguardi e li ho visti annuire.

Mio marito era tra il pubblico. Mi ha raccontato che la mia amica Agnieszka era emozionata come se stesse ballando lei. D’altra parte, abbiamo vissuto con talmente tanta partecipazione e affiatamento questa avventura, che ciascuna di noi si sentiva sul palco con l’altra e i nostri successi, sono stati i successi di tutte. Le mie amiche hanno, infatti, conquistato il quarto e quinto posto nella categoria “intermedio” e il quinto posto nell'”avanzato”. La mia insegnante può decisamente ritenersi soddisfatta per i risultati di questa edizione dell’Italian Pole dance Contest!

Ecco qui i video delle mie amiche ripresi da Poleranking

Michela Marsotto. Quinta nella categoria avanzato
Agnieszka Iavarone. Quinta nella categoria intermedio
Michela. Quarta nella categoria Intermedio

 

Italian Fashion Designer and Pole Dancer

Comments (1)

Lascia un commento